Per informazioni

Accetto le condizioni di utilizzo al trattamento dei dati personali

Info sulla privacy

1
/
3
/

Basti-menti propone un innovativo percorso di affiancamento della cura tradizionale anche tramite esperienze culturali

L’Associazione ha per scopo l’elaborazione, promozione, realizzazione di progetti di solidarietà sociale e si adopera per attuare iniziative di prevenzione, cura, assistenza, solidarietà e partecipazione a favore di soggetti che si trovano in condizione di disagio psicologico e psicosociale, o affetti da disturbi psichici di vario grado, proponendo un innovativo percorso di affiancamento della cura tradizionale, dove le riscoperte competenze del paziente vengono valorizzate e supportate creando basi solide per un reinserimento sociale.

marchio-basti-menti
La valorizzazione della persona sta alla base del concetto di “sostegno e di cura dei contesti” che Basti-menti APS pone in essere, anche attraverso una sfumatura notevole delle barriere paziente/curante mediante la creazione di gruppi e progetti partecipati e vissuti da entrambi.

Principali strumenti

  • Assistenza alle persone portatrici di disagio psichico ed ai loro familiari mediante svariate forme di partecipazione e coinvolgimento in attività culturali, formative, professionali.
  • Attivazione di progetti atti a favorire rapporti interpersonali diretti e di gruppo attraverso spazi terapeutici, risocializzanti e lavorativi.
  • Promozione e realizzazione di attività di studio e ricerca scientifica nella cura del disagio psicologico e psichiatrico.
  • Organizzazione di incontri, corsi ed attività di formazione, consulenza e studio a carattere scientifico e didattico per pazienti, familiari e operatori del settore anche tramite collaborazioni con enti e strutture socioassistenziali.
  • Elaborazione ed attuazione di progetti in affiancamento con istituzioni scolastiche al fine di identificare le aree di disagio scolastico.
  • Attività editoriali, a carattere divulgativo e scientifico al fine di promuovere e divulgare l’operato dell’Associazione.
.

PROGETTI E ATTIVITÀ

Le attività dell’associazione si svolgono in prevalenza tramite la partecipazione dei soci a gruppi, aperti spesso anche a non soci che ne condividano le finalità, ciascuno con un proprio “tema”.

Gruppo progetti e Gruppo organizzazione

Il gruppo progetti si riunisce con cadenza pressoché settimanale ed è portatore degli interessi e delle proposte dei soci che vengono poi selezionate e concretizzate con l’operato del gruppo organizzazione che si riunisce mensilmente.

Progetti giornalistici

Borderblog, Redazione NoiAltri, Gruppo scrittura

Gruppo teatro

Il gruppo teatro, nato nel 2015 come laboratorio rivolto ad ex pazienti ed operatori che abbiano competenze od interessi in campo teatrale, musicale ed artistico in genere; nel 2016 ha dato spazio all’autodefinitasi “Compagnia Instabile”, gruppo variegato che ha preparato una propria rappresentazione dal titolo “Sogno o son desto”, presentata alla manifestazione Bookcity Milano 2016.
Nel 2017 l’attività è culminata nella preparazione di un elaborato dal titolo “Riparando con l’oro” presentato alla manifestazione Bookcity Milano 2017.

Gruppo lettura condivisa

Il gruppo è incentrato sulla lettura a più voci ed il commento di opere letterarie.

Gruppo vela

Il progetto delle escursioni in vela nasce dalla disponibilità di uno dei soci, proprietario di una barca a vela, a condividere gentilmente a titolo gratuito esperienze di navigazione a vela sulla propria barca nella giornata di domenica.
L’obiettivo del progetto è favorire lo svilupparsi di uno spirito di gruppo ed alleviare la solitudine domenicale che spesso è compagna dei portatori del disagio psichico.
L’ uscita in barca a vela può offrire una gamma di stati d’ animo e di esperienze utili nella vita quotidiana. Passando dalla pura uscita domenicale all’ impresa del mare aperto, con un cimento con le forze della natura, in generale si viene a contatto con molte esperienze di sé e dell’altro, sia comprendendo meglio le nostre stesse caratteristiche, sia conoscendo l’altro nei suoi modi di essere e nelle sue potenzialità.
L’obiettivo del progetto è favorire lo svilupparsi di uno spirito di gruppo ed alleviare la solitudine domenicale che spesso è compagna dei portatori del disagio psichico.
La tutela di uno skipper e di uno psicoterapeuta garantiscono che queste esperienze non siano troppo ruvide o traumatiche, ma che possano invece trasformarsi in una occasione di vicinanza e di crescita. Ciò ha ancora più valore in quanto alcuni dei partecipanti già partecipano ad altre attività di relazione e di costruzione di prodotti culturali. Uno dei vantaggi che si ricava dalle uscite è caratterizzato dal senso di autostima e di valore per il proprio operato in condizioni diverse dalle abituali.

Gruppo conversazione in lingua inglese

Esperimento avviato ad iniziato anno 2017 e che si è sviluppato permettendo ad alcune persone desiderose di praticare la lingua inglese di confrontarsi in dialoghi liberi, esprimendo il proprio essere, senza i vincoli e gli obiettivi che può avere invece un corso didattico.

Gruppi di lingua francese e spagnola

Due gruppi di avvicinamento alle lingue francese e spagnola animati da soci rispettivamente di lingua francese e spagnola, senza le pretese e l’impegno di un vero e proprio corso e incentrati sugli aspetti ludici ed emotivi.

Gruppo multifamiliare

Il gruppo multifamiliare, condotto da Francesca Borgogno e Francesco Comelli, è uno spazio di condivisione per intere famiglie esteso a più generazioni, che fornisce momenti di risocializzazione e vita culturale prevalentemente incentrati sul rapporto interno alla famiglia.

La discussione che si tiene all’interno del gruppo, coordinata e indirizzata dai terapeuti, porta alla riduzione delle frizioni familiari, a una maggior tolleranza nei rapporti fra figli e genitori e a una migliore capacità di progettare spazi familiari meno compressi e patologici.

Il gruppo si riunisce mediamente una volta ogni 15 giorni.

Gruppo tessuti, artigianato e manualità

Il progetto avviato sul finire dell’anno 2015, nasce come un momento per chi desideri svolgere un’attività manuale rilassante, ove viene utilizzata la metafora del tessuto per lo studio delle relazioni.

Nella sua evoluzione si sono aggiunte esperienze di manualità diversa, di pittura e di altre manifestazioni di arte visiva.

Gruppo di dialogo

Un momento di presenza in cui soci ed operatori offrono uno spazio in cui ci si possa ritrovare senza una motivazione specifica, ma per dare sostegno in un momento di difficoltà o semplicemente condividere momenti di aggregazione anche ludica.

Gruppo dal corpo alla voce e gruppo di tecniche corporee

Il gruppo “Dal corpo alla voce” è stato avviato ad inizio 2017, partendo dalla considerazione dell’importanza di un migliore rapporto con il nostro corpo e con la nostra voce in un’epoca di forte deprivazione dal contatto con molti aspetti della propria corporeità.

Consistono in semplici esercizi fisici per sviluppare una maggiore consapevolezza sul movimento e come punto di partenza alla scoperta della propria voce, accompagnati da giochi teatrali e improvvisazioni per incrementare l’energia, l’ascolto creativo, spostando l’attenzione all’esterno, allo spazio circostante, ai compagni, per apportare al vivere quotidiano una rinnovata capacità di essere presenti a sé stessi.

Lavora decondizionamento, per lasciare da parte gli automatismi quotidiani, riappropriarsi di un’espressività autentica e ritrovare la voce naturale per leggere, recitare, cantare.

Gruppo piccoli passi

Un’occasione per uscite in collaborazione con una psicologa ed un operatore durante i pomeriggi domenicali, uno dei momenti più difficili per chi si trova a dover affrontare la condizione di disagio psicologico.

Gruppo cucina

Rappresenta un momento di aggregazione in cui ci si ritrova per la preparazione ed il consumo comune di semplici portate.

Top